Il Decreto sostegno 2021 è stato approvato il 19 marzo, adesso si attende la pubblicazione su Gazzetta Ufficiale.

Ci sono molte novità in questo decreto, nuovi ristori, stralcio delle cartelle e proroga della cassa integrazione per l’ Emergenza Covid-19.

Sono stati stanziati 32 miliardi di euro con lo scopo di intervenire a sostegno delle imprese e non solo, rientrano gli operatori del terzo settore, lavoro e contrasto alla povertà, salute, sicurezza, sostegno agli enti territoriali e ulteriori interventi settoriali.

Facciamo un breve riassunto e poi vediamo insieme i fondi per le imprese e per i lavoratori.

Viene creato un fondo per la filiera di montagna ed aumento del fondo per l’esonero dei contributi previdenziali. Ulteriori interventi per i settori colpiti come spettacolo, fiere, matrimoni, agricoltura, pesca e acquacoltura.

Sostegno al piano vaccinale, scuola, università e ricerca.

Cancellazione delle cartelle esattoriali fino a 5.000 euro del periodo 2000-2010 per i soggetti con reddito inferiore a 30.000 euro

Definizione agevolata degli avvisi bonari sui periodi di imposta 2017 e 2018 per i soggetti che hanno subito un calo del volume d’affari del 30% rispetto al 2019

Proroga della sospensione delle attività di riscossione coattiva fino al 30 aprile

Adesso torniamo alle imprese, professionisti e lavoratori, le misure previste sono dettagliate qui sotto

IMPRESE:

Contributi a fondo perduto per le imprese e professionisti che nel 2020 hanno perso almeno il 30% del fatturato medio mensile rispetto all’ anno 2019:

Cinque fasce di ristoro basate sul fatturato 2019:

Viene eliminato il riferimento ai CODICE ATECO

Gli aiuti saranno compresi fra un minimo di 1.000 euro per le persone fisiche2.000 euro per le persone giuridiche e un massimo di 150.000 euro per beneficiario

Anche le start up potranno accedere ai ristori

LAVORTATORI:

Sostegno al reddito dei lavoratori:

Luca Linzalone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *